Libri letti in viaggio

Amo i libri, non potrei fare senza!
Ho portato con me il Kindle Paperwhite (però quello non impermeabile) per poter avere tante pagine e poco ingombro.

Da quanto sono partito ho letto…

Rich DeVos. Lezioni di vita di Harshaw Self-Improvement Network
Leggo tutto il leggibile di o su Rich DeVos. Questo è un librettino da un’ora che riporta i suoi principali insegnamenti, tuttavia è una boccata d’ossigeno!
Voto: 7

La parola magica di Paolo Borzachiello
Libro interessante, con una narrazione che aggancia bene ma che non mi convince al 100%. Tutto sommato però arrivano messaggi interessante e, forse, penetrano davvero senza rendersene conto.
Voto: 6,5

The Miracle Morning di Hal Elrod
Ero forse l’ultimo rimasto a non averlo ancora letto! Bellissimo, super consigliato, lettura scorrevole e consigli super super pratici.
Voto: 9

Permettimi di insistere di Andrea Cabassi
Consigliato da un’amica al momento della partenza, parlando di viaggi e di cambio di vita è subito finito nel carrello! Bello, forse un po’ troppo veloce per me in alcuni passaggi. Consigliato a chi vuole capire cosa passa nella testa (e nello stomaco) di chi parte.
Voto: 7

Ma è stupendo! di DiegoPassoni
Trovato per caso tra le novità in un momento di acquisto compulsivo, l’ho divorato come pochi altri. Non solo emerge una persona estremamente interessante oltre il personaggio, ma Diego ha la capacità di raccontare alcuni passaggi emotivi in cui è difficile non essersi ritrovati.
Ottima lettura, veloce ma non per forza leggere. Un must read (secondo me) per gay 35-45enni.
Voto: 8,5

Io, società a responsabilità illimitata di Sebastiano Zanolli
Volevo leggere un libero di Zanolli e finalmente ce l’ho fatta.
Mi piace molto come scrive, ma questo libero per il mio palato semplifica un po’ troppo alcuni argomenti (leadership, comunicazione ecc.) che sono abituato ad affrontare con un po’ di dettagli in più.
Per me non imperdibile, ma un ripasso piacevole.
Voto: 7

Sometimes you win. Sometimes you learn di John Maxwell
Amo i libri di John Maxwell, ne ho letti più di una decina, anche se sono sempre un po’ troppo lunghi e pieni di punti e sottopunti.
Ma questo libro è pieno di insegnamenti interessanti su come apprendere al meglio dai propri errori.
Voto: 8

Eat that frog di Brian Tracy
Il concetto è: fai sempre prima la cosa più importante e produttiva, che è anche quella che vorresti rimandare, il tutto raccontato secondo i classici punti fermi di Brian Tracy. Insomma, lui scrive sempre lo stesso libro dando solo una forma diversa, quindi è una garanzia, ma non contiene certo grandi novità.
Voto: 7,5