Koh Lanta, alla ricerca della mia palma

I primi giorni di mare ad Ao Nang sono stati carini, ma cercavo altro, cercavo la mia palma.
Non sono un animale da party, per questo non ho optato per le famose Phuket, Koh Phi Phi, Koh Samui o Koh Phangan.

Koh Lanta promette un bel mare e tanta tranquillità. E mantiene la promessa.
Ho passato un paio di notti a nord in 2 diversi ostelli, dove ho ritrovato Mason che avevo conosciuto a Bangkok.
Ma il nord è ancora un po’ troppo festaiolo, così sono andato più a sud alla ricerca della mia palma. Che ho trovato!

Il mio immaginario, sabbia, palma, mare cristallino, è stato rispettato: Khlong Kong, Nuy Beach, Kantiang.
Ci sono spiagge con scimmie e mucche!

Con un bel giro in barca ho visto l’incredibile emerald cave e sono stato su Koh Ngai, davvero una fuga da tutto.
E un’escursione nella giungla con cascate, varani e ovviamente scimmie è stata una bellissima esperienza.

Ho trovato l’ostello ideale , praticamente un resort con stanze condivise, super colazione, personale amabile.

Mi ci sarei fermato, ma è arrivato il tempo di tornare a Bangkok con la mia abbronzatura, dove ho speso un giorno (visitando il museo della Regina e Wat Arun), prima di prendere il volo per Siem Reap, Cambogia, e mettere un nuovo timbro sul mio passaporto.

Mezzi utilizzati: tuk tuk, scooter, long tail boat, minivan, bus, treno e ovviamente i miei piedi!
Persone incontrate: Jonathan e Micha, svizzeri in vacanza; Sergio, sardo alla ricerca di quiete; Stefano di Cuneo, da Ibiza alla ricerca di una nuova base in Asia; Pao, giovane thai dalla campagna di Isaan a Koh Lanta per uno stage in un ristorante; Sam Jason e Jess, 3 sud africani temporaneamente trasferiti in Vietnam.
Cibo mangiato: pad thai, thai pancake, riso con verdure, tofu fritto e verdure, mangostano, dragon fruit
Posto più bello visitato: Khlong Kong Beach, la mia palma!

I primi giorni al mare: Ao Nang

Volevo fare un unico video per tutto il tempo passato al mare in Thailandia, ma vivendo questa esperienza mi sono reso conto che ci sono due parti distinte da raccontare. E questa è la prima.

Dopo Bangkok e le antiche capitali nel centro avevo proprio voglia di scoprire le tanto apprezzate spiagge tailandesi, di rilassarmi un po’ e di perdere il colorito bianco mozzarella sul corpo.

Un bus notturno mi ha portato a Krabi, da lì un tuk tuk al mio ostello ad Ao Nang, località di mare molto più mondana di quello che mi aspettassi.

Ma per fortuna a pochi minuti di barca spiagge belle e curiosità da scoprire non sono mancate.

Mezzi utilizzati: bus notturno, tuk tuk, long tail boat e ovviamente i miei piedi!
Persone incontrate: Ball guardiano di notte in ostello, Ru indonesiano trasferito a Bangkok, Arnie olandese in vacanza e Beba viaggiatrice cilena
Cibo mangiato: pad thai, riso con le verdure, papaya salad, pancake al mango, cocco fresco
Posto più bello visitato: Ao Phra Nang Beach, una spiaggia incantevole che si raggiunte solo in barca!

Il centro: Ayutthaya e Lopburi

In questo secondo video vi mostro un po’ del centro della Thailandia: due località in particolare che sono state capitali del Siam (precedente nome del paese) e che quindi hanno grandiosi (rovine di) templi.

Ormai a Bangkok mi stavo ambientando, e lasciare la città per viaggiare mi spaventava un po’, ma invece è stato divertente ed interessante!

Quindi prima tappa Ayutthaya, molto popolare anche per viaggi di una giornata da Bangkok, esplorata insieme a Jed. Lì ho dormito nell’ostello più bello fino ad ora, nel video si vede bene e parlo anche del costo ridicolo!

Viaggiare per la prima volta con il treno locale è stato divertente: super economico (40 centesimi di euro) e pieno di venditori di cibo che passano di continuo.

La seconda tappa, completamente in solitaria, è stata Lopburi, meno turistica ma famosa per le scimmie. Chi vuole scimmie deve assolutamente andare lì!

Lasciata Lopburi in treno sono tornato a Bangkok per prendere un bus notturnoverso il sud, verso il mare delle Andamane, prima Krabi-Ao Nang e poi Koh Lanta, da cui sto scrivendo questo post. Ma questa…sarà la prossima storia!

Mezzi utilizzati: treni locali, barca, bicicletta, Grab (Uber locale) e ovviamente i miei piedi!
Persone incontrate: Jed filippino nomade digitale (all’incirca), Mike tailandese che lavora nell’esercito
Cibo mangiato: pad thai e noodles con le verdure, melarosa o meglio Chom-poo (a metà tra una mela e una pera), banane, semi di anguria, curry e riso indiani
Posto più bello visitato: Lopburi, piena di scimmie!

Il viaggio e Bangkok

Questo primo video racconta del viaggio di partenza e dei primi giorni a Bangkok: luoghi, mezzi di trasporto, cibo, persone e templi, templi, templi 🙂

Sono partito il 23/01 da Malpensa con un volo British Airways per Londra, dove mi sono imbarcato per Bangkok: ora locale di sbarco le 15.30 circa.

La prima mezza giornata in città è quindi andata in recupero per il fuso orario e la stanchezza del viaggio, esplorando un po’ i paraggi dell’ostello, nella zona Silom. Avevo prenotato 4 notti, alla fine ne sono rimasto 5.

I primi 2 giorni sono stati abbastanza difficili per lo “shock” dell’impatto con l’Asia e con Bangkok in particolare: cibo per strada, traffico smog e rumore, persone gentilissime, fili della luce intrecciati come spaghetti scotti.

Ma sopratutto per un paio di giorni non è stato per me facile socializzare. Chi mi conosce lo sa, non sono esattamente il tipo che attacca bottone facilmente!

Però la colazione in ostello è stata salvifica (anche per la mia pancia!) e ho cominciato a conoscere persone, chiacchierare e fare escursioni in città con loro.

In 3 o 4 giorni le cose essenziali si vedono tutte e si fa qualche esperienza. Sono stato fortunato a partecipare casualmente un festival al parco vicino all’ostello, dove abbiamo assistito al concerto degli One Direction locali.

Alla fine di questo primo blocco di circa una settimana mi sono spostato verso nord, ma questo è un altro racconto e sarà un altro video.

Mezzi utilizzati: aereo, metro sotterranea, metro sopraelevata, ferry, bus locale, tuk tuk e ovviamente i miei piedi
Persone incontrate: Accel da Lima, Jade da Las Vegas, Mason da Los Angeles, Sai indiano da Melbourne, una coppia di ragazzi delle marche, una coppia di francesi, un tot di tedesche e austriache
Cibo mangiato: pad thai (verdure e uova), noodles con le verdure, mango sticky rice, cose non meglio identificate
Posto più bello visitato: Loha Prasat a Bangkok (tempio), bellissima atmosfera e vista sulla città