Kratié: alla ricerca dei delfini

Tanto mi è subito piaciuta quanto poi non l’ho sopportata: cittadina piccola lungo il Mekong, tutta sviluppata lungo una strada, che dorme prestissimo e poco accogliente.

Due le cose da fare: visitare in bici un’isola sabbiosa a 5 minuti di barca (carina ma non imperdibile) e avvistare i pochi esemplari di delfini d’acqua dolce.

Ecco, questa è un’esperienza davvero unica! Si può fare dalla costa, in barca o remando su un kayak. Ovviamente ho scelto quest’ultima soluzione.

Che fatica, ma che bello! Grazie alla guida abbiamo apprezzato vari aspetti dell’imponente Mekong (ora ridotto perché è la stagione secca) e poi abbiamo visto i delfini avvicinandoci più possibile con i kayak.

Sono rimasti meno di un centinaio di delfini d’acqua dolce nel Mekong (ma dopo il rischio estinzione pare il numero stia di nuovo salendo) e circa 30 in questa zona.
Sono diversi da quelli marini e soprattutto meno socievoli, quindi non si avvicinano molto…ma che emozione!

Alla fine, cittadina così così, ma esperienza da ricordare per tutta la vita!

Mezzi utilizzati: minivan, bicicletta, kayak e ovviamente i miei piedi! Persone incontrate: Kelly, ragazza olandese con cui ho condiviso il più scomodo viaggio in minivan fino ad ora; Amelie, ragazza francese conosciuta in ostello con cui ho poi proseguito a viaggiare per qualche giorno; Franzi, ragazza tedesca compagna di ostello e kayak.
Cibo mangiato: zuppa di verdure con curry, spezie e latte di cocco, pizza margherita (primo cibo occidentale dalla partenza), come sempre noodles e riso con verdure.
Posto più bello visitato: il Mekong per l’avvistamento dei delfini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *